Sviluppo organizzativo

Cultura e organizzazione del lavoro nella Pubblica Amministrazione di oggi


Obiettivi

Il percorso proposto si pone l'obiettivo di aiutare il gruppo a (ri)conoscere la propria cultura lavorativa, utilizzando lo stesso linguaggio, gli stessi strumenti concettuali/analitici e condividendo metodi di lavoro, parametri e criteri di valutazione dell'operato di tutti e dei risultati raggiunti. 

In tal senso la proposta assume la connotazione di un laboratorio formativo con una doppia valenza: da una parte “consulenziale”, lavorando sulla specifica realtà della Struttura di riferimento, dall'altra propriamente formativa, trasferendo competenze che aiuteranno gli operatori a governare i processi lavorativi anche dopo il completamento del progetto.

Parole chiave: cultura del lavoro e comportamenti organizzativi, metodo di lavoro, collaborazione tra ruoli, uffici e con enti esterni, servizio, mission, valutazione dei risultati, soddisfazione degli utenti, soddisfazione degli operatori. 

Domande guida: esiste un metodo di lavoro valido nei vari contesti? Come si pianifica un processo lavorativo? Gli obiettivi sono chiari a tutti? Tutti hanno le informazioni e le risorse che servono? Come e chi controlla il lavoro? Come si valutano i risultati, intermedi e finali? E tante altre domande che i partecipanti possono aggiungere.

Contenuti

I contenuti del percorso formativo previsti per i quattro incontri sono di seguito elencati:

Giornata 1: il primo modulo vuole porre l'attenzione sul metodo di lavoro nei contesti di erogazione di servizi e sulla relazione tra obiettivi strategici, processi e comportamenti organizzativi. 

  • patto formativo: obiettivi, programma e modalità operative;
  • gestione del servizio erogato;
  • costruzione delle relazioni positive con l'utenza (utente da “controparte” a “risorsa”);
  • metodo di lavoro per l'erogazione dei servizi;
  • lavoro nella PA di oggi: alla ricerca dell'equilibrio tra ordine e “caos”.


Giornata 2: nel secondo modulo si vuole riflettere sull'organizzazione dei processi lavorativi e in particolare sulla programmazione degli obiettivi e gestione delle informazioni a livello intra e inter-organizzativo.

  • programmazione degli obiettivi e del lavoro;
  • lavoro di rete e/o di gruppo come risposta alla complessità organizzativa; 
  • regole e comportamenti lavorativi per facilitare le collaborazioni e le sinergie tra colleghi e tra uffici. 


Giornata 3: con il terzo modulo si chiude il cerchio, ponendo l'accento sugli strumenti di gestione dei processi lavorativi, al fine di raggiungere il duplice obiettivo della soddisfazione dell'utenza (come essa possa essere misurata) e della soddisfazione degli operatori. 

  • metodo di lavoro applicato nei reali processi di lavoro;
  • monitoraggio e valutazione dei risultati intermedi e finali;
  • efficacia ed efficienza del proprio ruolo organizzativo: lavorare meglio, non di più.


Giornata 4: incontro di follow up.

Metodologia

Il percorso formativo si articola in tre incontri della durata di 4 ore ciascuno, più un follow up di 4 ore.

L'elencazione dei contenuti all'interno di ogni modulo ha lo scopo di trasmettere al partecipante maggiori informazioni su quali saranno gli argomenti del corso. La didattica tuttavia non prevede l'illustrazione sistematica e “teorica” dei contenuti elencati, bensì il loro utilizzo in situazioni concrete della vita organizzativa. Tale metodologia può essere applicata sia utilizzando materiale didattico fornito dal docente, sia tramite esempi, incidenti critici presentati dai partecipanti.   L'ampio uso di questi ultimi consentirà di raggiungere maggiormente l'obiettivo della formazione-consulenza.